Gli anni della deliberazione o come ho smesso di negoziare con un maniaco

The Deliberation Years è stata una tappa lunga e importante alla fine della mia carriera nel bere. Un periodo in cui ho avuto un chiaro caso di sobrietà - due quindicine di giorni sobri in cui produttività, affidabilità e partecipazione sono passate attraverso il tetto - e un chiaro caso contro il bere - centinaia di brutte serate, aumentando l'allarme in luoghi vuoti dove avrebbero dovuto essere le notti , postumi di una sbornia psicologicamente intollerabili - eppure non ero completamente in grado di attenermi alla mia decisione, e la transizione nella vita pulita che desideravo. L'attrazione dell'alcool, e quello che poteva fare per me, era troppo potente.

L'alcool mi ha fatto sentire socievole, divertente e audace, e se non abbastanza carino, almeno mi ha permesso di dimenticare di avere una faccia. Nel corso degli anni mi ha liberato dalla monotonia, ha reso tollerabile l'imbarazzo sociale, mi ha insegnato a divertirmi, mi ha fatto conoscere i ragazzi, mi ha portato via la paura delle persone e mi ha dato la possibilità di parlare con chiunque. Quando penso a me stesso a scuola e al college senza alcool - sciatto e impaurito, incapace di sostenere il contatto visivo, spaventato dalle stanze ben illuminate - vedo quanto profondamente sono già arrivato a fare affidamento sugli alcolici dei miei ragazzi.

Avevo scoperto che una sola bottiglia di birra chiara rilasciava la mia vera personalità. Alla fine della bottiglia ero fiducioso, rilassato e spiritoso. Il problema era che anche la bottiglia aveva liberato la mia sete, e ho corso il perfetto equilibrio di fiducia in me stesso verso qualcuno le cui azioni più sfacciate e odiose che ho faticato ad assimilare. Quando, alla fine del mio secondo anno all'università, un dottore offrì dei farmaci come soluzione per arrossire senza controllo che avevo preso per discutere con lui, ero scioccato e vergognato. Gli antidepressivi erano esotici e misteriosi per me allora, come l'hummus o i pomodori secchi, solo meno piacevoli. Non avevo conoscenza dei problemi di salute mentale o della loro prevalenza nella società. Le persone erano o mentali o non da dove venivo.

Oh cara, si è dimenticata di prendere le sue medicine! Ha! Ha! Ha!

Ho lasciato l'ambulatorio medico a mani vuote e mi sono diretto al pub per una dose della medicina più socialmente sanzionata: la birra chiara. Ciò è continuato per anni, insieme al mio potente marchio di ulteriori strategie anti-arrossimento - vale a dire evitare la caffetteria, la biblioteca e il supermercato durante le ore diurne, e rimanere costantemente vigili per le persone con cui avevo un disperato bisogno di entrare in contatto per poter essere sicuro scappare prima che provassero a parlarmi. Di giorno mi sono nascosto dietro gli armadietti e nei servizi igienici per evitare di vedere le persone che mi piacevano, di notte, le cercavo, desideroso di mettermi in mostra. L'alcool mi ha aiutato a liberare la mia personalità.

Bere era come il futuro, qualcosa di inevitabile e intangibile a cui non avevo pensato. Quando i miei adorabili e genuini nuovi amici uni mi hanno suggerito di cambiare in peggio quando ho bevuto, l'ho incolpato sul battitore della moglie (Stella) e ho promesso di non berlo più, ma in realtà, ho smesso di bere con loro. Quando un altro amico ha sottolineato che ho fatto molte cose di cui mi sono pentito quando ero ubriaco, ho accettato, purtroppo, che sì. Ma non tutti? Non aveva idea di non ricordare gran parte della serata in questione, e non potevo dirglielo perché lo avrebbe saputo. Per me bere era sempre una questione di abbandono. Non è stato fino a poco tempo fa che ho capito quanto fosse questo il punto.

L'alcol era così essenziale che non me ne ero accorto. E se si sono verificati momenti brutti di tanto in tanto, e allora? Ne valeva la pena. Inoltre, era colpa mia, perché mescolavo i miei drink o bevevo alcolici marroni o bevevo colpi o iniziavo troppo presto o bevevo troppo in fretta o iniziavo troppo tardi e dovevo "recuperare" o dimenticare di mangiare per primo o di bere con i demoni dell'alcool o bevuto con persone che non potevano bere il cui peso leggero rendeva evidente la mia ubriachezza. Quando tutto il resto fallì, ero a spillo.

Sono stato molto addizionato.

A metà degli anni Venti odiavo l'alcol quasi quanto lo amavo. Postumi di una sbornia, umiliazioni e l'incapacità di ubriacarmi di scegliere saggiamente e di tenerci al sicuro avevano ammaccato la dolce santità della storia d'amore iniziale. Ero uno studente lento, ma mi sono rifiutato di rinunciare alla lezione. La parte di me che ama l'alcool ha spostato i brutti ricordi dell'alcol sul retro, ha spinto i bei ricordi in primo piano. Il sollievo di una birra fresca in una soleggiata birreria all'aperto pendeva proprio in cima alla mia coscienza, come una coppia di dadi attorno allo specchietto retrovisore della mia mente; la miseria di essere raccontata a frammenti da un blackout mentre paranoico e postumi di una sbornia si insinuava nello spazio buio del bagagliaio dove era conservata la ruota di scorta.

Era esattamente come stare con un fidanzato violento. Vestirsi, sognare il romanticismo, quindi piangere per dormire perché era così crudele. Giurando di non vederlo più fino alla prossima volta che lo eri imbattuto in lui, e sembrava così bello che hai dimenticato il dolore o ti sei detto che non era poi così male, che te lo meritavi, perché volevi solo essere di nuovo vicino a lui. Lo amavi così tanto! E non intendeva farti del male! Se avessi appena provato di più, ancora una volta, lo avresti gestito meglio, avresti fatto tutto nel modo giusto e sarebbe di nuovo perfetto, come se fosse all'inizio! Questa volta sarebbe diverso. Guardate!

Questo rapporto amore / odio con l'alcol è continuato per oltre un decennio prima che arrivassi agli anni della deliberazione. La mia lista di cose da bere e da fare non è cresciuta, è diventata più pronunciata così come il dolore di romperle. Alcune pinte, poi a casa; niente più drink dopo mezzanotte; niente vino a cena; non bere prima delle sette di sera; una sera a bere durante il fine settimana, ma solo "pochi" e (regola ignorata dal 2001) ASSOLUTAMENTE NESSUNO SCATTO. Ho continuato a fare e rompere più affari legati alle bevande rispetto ai rappresentanti di vendita internazionali di Budweiser. Solo ora mi importava davvero.

Il problema essenziale era che non riuscivo a farmi sobrio e ubriaco di sedermi e concordare ciò che costituiva "poche" bevande. Sober-me pensava due o tre, in cima, mentre ubriaco-me soffriva di una condizione poco nota chiamata paralisi delle feci di bar. Colpì dopo il primo sorso e rese il malato incapace di lasciare il pub prima che smettesse di servire.

Il momento in cui questi due 'io sono convergenti ha fornito una finestra di opportunità per ottenere un accordo firmato, ma era come se la polizia contro i trafficanti di droga in The Wire - la concorrenza non fosse giusta, la posta in gioco non era la stessa: ubriacarmi farebbe qualsiasi cosa per un drink, sta lottando per sopravvivere; sober me è appassionato di non bere, ma è anche stanca e, soprattutto, vuole solo rilassarsi; in particolare, ha bisogno di rilassare i nervi prima di questo importante affare che sta cambiando la vita che sta per mediare, e sa meglio di qualsiasi cosa che un drink toglierà il limite, ma con "il limite" va il suo senso di urgenza di non bere ( forse questo è il limite), e dimentica temporaneamente di essere quella che ha portato il contratto, che dovrebbe ottenere la firma. Questo intervallo è tutto ciò di cui ho bisogno. La fine della notte e lei balla, ancora una volta, sotto coriandoli sotto contratto.

Gli ultimi anni di bere sono stati relativamente senza gioia quando ho visto la mia abitudine per quello che era. Forse ho iniziato a temere l'alcol più di quanto ne avessi bisogno. Per qualsiasi motivo, mi è diventato chiaro che la relazione era tossica; i brutti momenti, infine, innegabilmente, hanno superato i buoni e ho rinunciato a cercare di bere come un gentiluomo.

Le promesse non hanno funzionato. Le migliori intenzioni del mondo non hanno funzionato. Il gennaio secco non ha funzionato. Non bere liquore marrone / JD / vodka / a stomaco vuoto / colpi / birra / metà non ha funzionato. Scrivere NO ALCOOL in maiuscolo nella parte superiore dei notebook non ha funzionato. I patti con bere amici non funzionavano.

Dopo una serata leggermente ubriaca, moderatamente brutta rispetto ad alcune delle puzzolenti che ho avuto nel corso degli anni, ho finalmente capito che non potevo imparare questa lezione da solo.

In quel dolce momento di opportunità, ho allungato la mano e ho chiesto aiuto. Se vuoi che le cose cambino, devi fare qualcosa di diverso, dopo tutto, se la teoria della follia di Einstein significa qualcosa per te. Si scopre che ci sono così tanti strumenti e reti di supporto che vogliono aiutare: AA, Smart Recovery, Soberistas, Hip Sobriety, This Naked Mind, Recovery Elevator sono solo alcuni che ho usato lungo la strada.

Ci è voluto molto tempo, ma la decisione è arrivata quando sobrio-mi sono reso conto che ubriaco-me non avrebbe mai firmato l'accordo che l'avrebbe annientata. Dovrei smettere di negoziare con un maniaco e strappare il contratto da solo.

Pubblicato per la prima volta su beautifulhangover.